domenica 29 aprile 2012

Come installare applicazioni su Android

L'installazione delle applicazioni Android può essere eseguito sia dallo smartphone che dal web.
Quando lo smartphone viene acceso per la prima volta, è richiesto l'inserimento dei dati (email e password) che servono ad accedere al proprio account Google.
Se non avete un account Google allora andate QUI per creare un account, questo vi registrerà in automatico su Gmail, Google+ e tutti i servizi Google.
Una volta registrati, bisogna inserire i propri dati sullo smartphone.
Andare su Impostazioni > Account e sincronizzazione  e premere su Aggiungi Account. (Io l'ho descritto utilizzando il menu che sta su Android 4 ICS, ma sulle altre versioni dovrebbe essere simile). le impostazioni si presenteranno così

Una volta inserito i propri dati avverrà la sincronizzazione dello smartphone con tutti i servizi Google, compreso Google Play.

Per installare le applicazioni vi basterà quindi andare su Play Store.


La prima volta che si accede al Play Store bisognerà accettare i termini, successivamente non verrà più chiesto e potrà essere utilizzato il Play Store senza nessuno problema.
Ricordo che se le applicazioni sul PlayStore non appariranno durante le ricerche, vuol dire che lo smartphone non sarà compatibile.

Per il download delle applicazioni tramite web basterà andare QUI.
L'importante è effettuare l'accesso su Google e sul Play.
L'accesso si effettua tramite il tasto in alto a destra "Accedi".


Google Play dovrebbe già trovarsi su Android, ma nel caso in cui fosse assente andare QUI per scaricarlo. Una volte ottenuto il .apk basta passarlo sullo smartphone ed avviarlo per installare l'applicazione.

Guadagnare con Altervista


Su AlterVista puoi guadagnare grazie al traffico del tuo sito.
Apri gratis il sito o il blog, inserisci i banner pubblicitari e man mano che ricevi visite aumentano i tuoi guadagni, che puoi poi riscuotere nel modo che preferisci.
AlterVista ora aumenta la scelta di banner disponibili. Infatti grazie all’accordo conGoogle puoi scegliere tra diversi circuiti di inserzioni pubblicitarie.
Sul tuo sito puoi ospitare: AlterVista Banner,  i banner del circuito di AlterVista nei diversi formati (leggi qui per saperne di più).
E ora hai a disposizione anche AlterVista with Google AdSense il nuovo circuito di banner creato in collaborazione con Google (leggi qui per saperne di più).


AlterVista with Google AdSense

Per attivare i banner AlterVista with Google AdSense devi avere un sito su AlterVista, vai sul pannello di controllo e segui i semplici passi per creare un account Google AdSense o associare ad AlterVista un account Google AdSense esistente.
Poi sul pannello di controllo di AlterVista copi i codici da incollare sul tuo sito per esporre i banner AlterVista with Google AdSense

Combinazione speciale di banner

Ora hai diverse opzioni per  guadagnare grazie al traffico del tuo sito: AlterVista BANNER e le inserzioni AlterVista with Google AdSense.
Puoi anche combinare le pubblicità dei due circuiti, scegliendo diversi formati e incollando i codici dei banner nelle tue pagine.
Inoltre, per festeggiare l’accordo con Google, è previsto un bonus di retribuzione per la combinazioneAlterVista Banner 300×250 nella parte alta della pagina + un qualunque formato AlterVista with Google AdSense.

Attiva le campagne pubblicitarie

Per iniziare a guadagnare grazie al traffico del tuo sito vai sul pannello di controllo di AlterVista, clicca su Pubblicità e guadagni e seleziona il formato dei banner che vuoi inserire: i banner entro i 690 pixel, quindi sempre visibili all’apertura della pagina,fanno guadagnare di più.
Per le tariffe di retribuzione di ciascun banner trovi tutte le informazioni sul pannello di controllo di AlterVista, compresa una tabella di comparazione.

Domande Frequenti

In questa pagina: guadagna con AlterVista trovi alcune delle domande frequenti su AlterVista Banner e sui nuovi banner AlterVista with Google AdSense



mercoledì 25 aprile 2012

Soia, tutto quello chè c'è da sapere


Un legume con numerose proprietà, presenta un alta digeribilità rispetto ad altri legumi. Presenti in alte percentuali proteine, così tante da poter essere usato come sostituto alla carne. Quindi a prima vista sembra un ottimo alimento per una vita in stile vegetariano.

I semi di soia, con il 40% di proteine e il 20% di vari grassi saturi ed insaturi, con numerosi minerali tra cui potassio, fosforo, calcio, magnesio e ricco di vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6 e C.

Proprietà curative? Oltre al tumore al colon, la soia aiuta a contrastare anche i tumori ormono-sensibili. Diverse statistiche hanno mostrato che le popolazioni asiatiche in particolare Cina e Giappone, traggono i benefici della soia, presentando un numero di casi di tumori, nettamente inferiore rispetto ad altri paesi, questo anche grazie ad una dieta ricca di grassi vegetali e povera di grassi animali!
Con la sua abbondanza di fibre, aiuta nell'assorbimento del colesterolo e livello intestinale, dando anche un aiuto alle arterie. Basta pensare che un etto di soia fornisce 12g di fibra, quando per il fabbisogno giornaliero ne servono 25-35g.

Il latte di soia invece, alimento tipico dei paesi orientali, che si sta diffondendo anche in Italia, soprattutto grazie ai sostenitori della dieta vegetariana. Si ottiene con l'ebollizione di soia gialla, il suo rapporto proteico equivale a quello del latte della mucca, con la differenza che il latte di soia contiene meno colesterolo. Il latte di soia, aiuta anch'esso a combattere malattie come il tumore alla prostata, al colon ed al seno.


Iscriviti al nostro blog

Ti piace scrivere? Puoi partecipare apertamente al nostro blog, scrivendo i tuoi articoli.  Per iscriverti basta lasciare qui la propria email oppure scrivere a wiseposta@gmail.com . Informazioni, opinioni, recensioni, tutorial, tutto quello che desideri condividere col web.

martedì 24 aprile 2012

Caffè o Tè?


Tutti i giorni ingeriamo diversi ml di caffè o tè, ma quale dei due fa bene o male? Una ricerca Olandese ha da poco scoperto che un consumo elevato\moderato di tè ed un consumo moderato di caffè sono collegati con la riduzione delle malattie cardiache. Questo studio è stato pubblicato su Arteriosclerosis, Thrombosis, and Vascular Biology. 
Mentre i ricercatori dei Paesi Bassi hanno scoperto che:
  • Bere più di sei tazze di tè al giorno è associato ad un inferiore rischio di contrarre ben 36 malattie cardiache, rispetto a coloro che ne bevono una sola al giorno.
  • Bere tre o sei tazze di tè al giorno è associato ad un rischio ridotto del 45% di morte per malattie cardiache, rispetto a chi ne beve solo una.
Invece riguardo al caffè è stato scoperto che:
  • Chi beve due o quattro tazze al giorno di caffè, ha un rischio inferiore del 20% di contrarre malattie cardiache rispetto a chi ne beve meno di due tazze al giorno.Questo è leggermente collegato alla riduzione del rischio di morte per malattie cardiache o malattie collegate.
Inoltre nè utilizzo di tè ne di caffè, influenza sul rischio di avere icuts.
La cosa più importante è di avere un giusto rapporto di distribuzione nel corso della giornata.

Applanet: il Market alternativo con programmi craccati per Android!


Il suo nome è Applanet e rappresenta uno store di applicazioni alternativo a quello originale di Android. Incuriosito, ho provato ad installarlo, ed ho scoperto che in realtà si tratta si di un Market alternativo, ma nel quale ogni programma è disponibile in modo totalmente gratuito perchè craccato.
Avete presente il software Installous per iPhone? Bene, Applanet fa la stessa cosa su Android.Anzi, forse lo fa anche meglio.
Ma andiamo a conoscere meglio questo software e le sue funzionalità.
Una volta installato ed avviato, sarà proprio identico al classico Market di Android. Avrà la stessa grafica, gli stessi colori e la stessa organizzazione di programmi e menu.
2 thumb3 Applanet: il Market alternativo con programmi craccati per Android!
Sarà possibile sfogliare tutti i programmi disponibili, gratuiti ed a pagamento, ma anche scaricarli ed installarli proprio come facciamo solitamente con il nostro smartphone.
3 thumb3 Applanet: il Market alternativo con programmi craccati per Android!
L’unica differenza, rispetto al Market tradizionale, riguarda i prezzi dei programmi. Questi, infatti, sono tutti barrati, anche se risultano comunque leggibili.
Quando andremo a selezionare un programma a pagamento, contrariamente a quanto accade sul Market normale, ci verrà subito segnalata la possibilità di installare il software, senza doverlo necessariamente acquistare.
4 thumb3 Applanet: il Market alternativo con programmi craccati per Android!
In pochi istanti il software sarà installato sul nostro dispositivo e perfettamente utilizzabile.
La cosa sorprendente è che Google qualche tempo fa aveva annunciato un giro di vite per quel che riguardava i programmi craccati su Android.
5 thumb1 Applanet: il Market alternativo con programmi craccati per Android!
Come reagirà Big G quando scoprirà che esiste un mercato nero, parallelo ed assolutamente identico al suo, nel quale gli utenti possono scaricare programmi craccati nel modo più semplice ed intuitivo possibile?


Sito ufficiale: Applanet



 Scaricalo direttamente sul tuo cellulare con QR Code

Android o iOS?

Pochi giorni fa, ho letto un articolo che parlava della semplicità di sistema operativo in uno smartphone, e sono stati messi a confronto Android e iOS. iOS è un sistema operativo semplice, molto semplice, nessun menù, nessun widget, nessun home. Quali sono i PRO di un sistema operativo iOS? Il tutto sta nella sicurezza del sistema operativo, non è cosa da poco, anche perchè in questi giorni si è molto sentito parlare di Worm ke giravano per Android. Androd che è un os opensource, ci si doveva aspettare qualcosa del genere, ma la situazione è controllabile, sono numerosi gli antivirus che girano per Android, inoltre l'importante è scaricare PRETTAMENTE DA GOOGLE PLAY e non da market alternativi.
Qualche settimana fa è stato fatto un test, hanno messo un iPhone ad un utente Android, facendoglielo usare per 30 giorni, il risultato? Una volta usato Android non si torna indietro, molto più semplice rispetto ad iOS, totalmente personalizzabile e può usufruire di un numero di servizi in più gratuitamente. Per altre info leggete qui.

sabato 21 aprile 2012

Il successo delle app CodeAdore

Questo è il nome del team che ha realizzato l'applicazione piú scaricata del momento.
Parliamo di instagram! Cosa fa questa applicazione? Ti permette semplicemente di fare delle foto, modificarle e condividerle in una community, nulla di particolare, infatti moltissime applicazioni sono capaci di fare lo stesso! La cosa che contradistingur Instangram dalle altre applicazioni è proprio la community, molto attiva e che ti permette do mostrare a tutti le immagini da te condivise senza limiti, nel momento della condivisione potrà essere scelta la modalitá di condivisione, ovvero potrai scegliere se condividere sui vari social l'immagine oppure non condividerla permetrendo la visualizzazione solo su Instagram! Inoltre è pure possibile rendere privato il proprio profilo, però se ne trovano davvero pochi!
Le altrr due applicazioni realizzate sono Textgram, che ti permette di scrivere dei testi e condividerli, sempre usando vari stili di peronalizzazione, ed infine l'ultimo arrivato Cinemagram, l'originale applicazione che ti permette di modificare video di massimo 5 secondi, decidendo te quale parte del video deve animarsi e quale deve restare immobile.
Ultimamente Facebook ha acquistato Instagram per 1 mld di dollari, sará la fine della sua community? Si spera di no.
Ricordiamo inoltre per chi possiede Android, di scaricare Instagram solo dal Play Google, per via dei numerosi worm diffusi negli altri market alternativi, ultimamente infatti si è parlato di un worm che invia automaticamente sms a numeri a pagamento, prosciugando il credito in poke ore.

Per iTunes
Instagram - Cinemagram 

Per Android 
Instagram - Textgram
Per quanto riguarda Cinemagram uscirà a breve su PlayGoogle

mercoledì 18 aprile 2012

Le MicroSD rallentano gli smartphone

I device in questo periodo continuano a migliorare e ad evolversi senza sosta. Dispositivi sempre più tecnologici ed aggiornati che su carta dovrebbero essere davvero veloci, ma che in realtà spesso non sembrano essere così.
Quindi costringendo gli utenti a fare vari reset tornando alle condizioni di fabbrica, effettuando overclock del dispositivo o installando qualche ROM cucinata. Ma questo non sembra dare rivolere davvero il problema. Il motivo? Tutto dovuto alle MicroSD, grandezza e marca incidono molto, che possono rallentare il device del 100% o addirittura del 400%.
Purtroppo questa cosa alla tecnologia non permette di far sviluppare in modo adeguato tutto il resto, smartphone sempre più tecnologici, ma il resto resta indietro e non tutti riescono ad adattarsi.
Questo è una delle motivazioni per cui Tablet come Samsung Galaxy Tab 10.1 o iPad, o smartphone come Samsung Galaxy Nexus, non hanno ingressi MicroSD.
Ora la Samsung sta ideando una nuova forma di MicroSD che presenterà una tecnologia più sviluppata rispetto a quelle attuali, lanciandole sul mercato a prezzi standard.

martedì 17 aprile 2012

Aumentano i servizi Cloud

Tra qualche giorno verrà attivato il servizio Cloud di Google, Google Drive, che ti regala 5 Giga-byte, rispetto i 2 Giga-byte di Dropbox.
Sarà disponibile su Android, iOS, Windows e PC.
Con l'arrivo adesso di Google, aumentano i servizi che regalano spazio cloud, come Dropbox infatti, nominiamo anche Box che regala ben 50 Giga-byte di Cloud, Symform che ne regala ben 200 Giga-byte, e tanti altri. Quindi perchè limitarsi ad usarne 1 quando con l'utilizzo di diversi account cloud è possibile avere numerosi giga, pianificando la distribuzione dei propri dati nei vari cloud è possibile ottenere davvero tanto!
Sotto vi elencheremo altri siti che forniscono Cloud gratuito.
Sygarsync - 5Giga Free
ZumoDrive - 2Giga Free
TeamDrive - 2 Giga Free, espandibile fino ad 8 Giga
Ubuntu One - 5 Giga Free
IDrive - 5 Giga Free
OpenDrive - 5 Giga Free
Syncplicity - 2 Giga Free
SpiderOak - 2 Giga Free
SkyDrive - 5 Giga Free
Come questi sono presenti altri numerosissimi siti che offrono cloud gratuito!


lunedì 16 aprile 2012

Dominio gratis .TK


Avete un sito amatoriale fatto su qualche blog o spazio free che allunga il nome del sito? Vorreste avere un dominio che vi permetta di accorciare il nome del vostro sito? Le isole Tokelau colonia Neo Zelandese, composta da circa 1500 abitanti offrono GRATUITAMENTE il loro dominio .TK a tutti, tramite una registrazione è possibile associare il dominio ad un sito web, per un periodo variabile a scelta che va da 1 mese a 12 mesi. Una volta concluso il periodo da voi prefissato è possibile effettuare un rinnovo sempre gratuitamente. Inoltre offre anche diversi servizi associati. 
Per potersi registrare basta andare su Dot TK 


Prima di registrarsi verificare la disponibilità del dominio.


Fonte

domenica 15 aprile 2012

Wiver, ecco come guadagnare con un post!

Ancora giovanissimo il nuovo sito italiano, che ti permette di guadagnare con dei semplici POST su un blog, come? Basta mandare la domanda d'iscrizione a admwiver@gmail.com attendere la conferma, iscriversi a Blogger se non siete ancora iscritti ed il gioco è fatto!
Come si fa a guadagnare?
Basta scrivere un articolo di 250 parole, su argomenti a scelta, quindi è possibile parlare di tutto, sport, giochi, tecnologia, cinema, opinioni, esperienze e tanto altro, l'importante è non copiare post da altri blog, altrimenti questo non verrà presto in considerazione, dopo di che al raggiungimento delle prime 100 visite per singolo articolo, questo vi permetterà di guadagnare 50 centesimi e all'accumulo di 10€ sarà possibile richiedere la somma in denaro sotto forma di ricarica telefonica, altrimenti continuare ad accumulare fino al raggiungimento di 20€, qui successivamente sarà possibile ottenere i soldi tramite una semplice ricarica postepay.
Anche se non è molto, è sempre qualcosa per chi sta alle prime armi o per chi vuole accumulare qualcosina. Il sito non ha limiti di post da rilasciare al giorno, il numero degli articoli da voi lasciati può essere deciso solo da voi. L'iscrizione non richiede nessun tipo di pagamento o altro, è tutto completamente GRATUITO, quindi tentare non costa nulla.

Wiver

giovedì 12 aprile 2012

Launcher per Android? Quale scegliere?

Android, l'OS di Google open source, che permette la totale personalizzazione del device e che inoltre viene sempre più facilitato grazie alla presenza di numerosi launcher, che permettono di adattare Android alle proprie esigenze.
In questo articolo vi presenteremo alcuni dei launcher più famosi e più stabili.

ADW Launcher
Presenta numerose modalità di personalizzazione a partire dai temi alle modalità di utilizzo. Stabile e continuamente aggiornato.
È possibile installarlo gratuitamente con Google Play da qui.


ADW Launcher EX
Versione a pagamento di adw launcher, comprende ancora più temi, molto più fluido e compatibile.
Download da qui, o installabile tramite Google Play da qui.

Nova Launcher
Giovanissimo launcher, in continuo sviluppo. Presenta due versioni, una a pagamento ed una gratuita. Quella gratuita permette di effettuare quasi tutte le operazioni. Davvero molto stabile.
Download da qui tramite Google Play, o da qui per avere il download della versione a pagamento.


SPB Shell 3D
Uscita da molti anni nelle sue prime versioni per Windows Mobile. Ora rimonta con Android permettendo di avere una personalizzazione ed una design di Android davvero fatto bene.
Installabile su Google Play da qui, oppure è possibile avere il download da qui.


TFS Shell
Veloce, con numerose personalizzazioni, questo launcher cambia davvero radicalmente il vostro Android.
Installabile tramite Google Play da qui.

Vi abbiamo postato qui alcuni dei launcher per android, ovvio ne esistono di numerosi. Comunque vi consigliamo vivamente di scaricarli e provarli se avete intenzione di utilizzarli e successivamente di acquistarli, dato che diverse applicazioni per android, compresi launcher vengono bloccati se utilizzati illecitamente, infatti potrebbe capitare che dopo un certo periodo di utilizzo, questo potrebbe essere bloccato (il launcher) e non verrebbero nemmeno aggiornati dallo stesso Google Play. 



giovedì 5 aprile 2012

Configurare correttamente Torrent

Attualmente con la chiusura di Megaupload, scaricare è diventato sempre più difficile. Ma non esistono solo i siti File Sharing, infatti uTorrent e mIRC, sono ancora funzionanti e ben forniti!
In questo siti vi spiegheremo come effettuare un settaggio per Torrenet ultimato di recente, proprio per la chiusura di Megaupload! Questi settaggi vi permetteranno di avere un download che raggiungerà anche i 2mb/s.
Vi ricordiamo che è possibile anche scaricare da mIRC e su questo link è possibile trovare i settaggi, tutorial ed i server funzionanti.

Bene, iniziamo il settaggio per uTorrent.
Prima di tutto aprire uTorrent, ed andare su Impostazioni. Andare su Connessione e settare la porta 27343, inoltre se è possibile aprire anche la porta sul router (ricordo che non tutti i gestori telefonici permettono l'apertura delle porte).
Andare ora su Banda, e dove sta Velocità massima di UL (Kb/s) settare 10. Mentre su Velocità massima di DL settare 6000. Numero massimo di connessione globale settare 1000. Numero massimo di peer connessioni per torrent settare 125. Numero di slot di upload per torrent settare 50.
Passare adesso su Coda, dove sta Numero massimo di torrent attivi (download ed upload) settare 100, su Numero massimo di download attivi settare 100.
Infine andare su Avanzate, scendere fino infondo e passare a "true" dove troviamo webui.token_auth.

Aprendo e chiudendo uTorrent inizieremo a notare i risultati!

mercoledì 4 aprile 2012

Alternative ad iTunes

iTunes, un ottimo programma, ma davvero scomodo dato che ti obbliga ad usarlo per gestire tutti i dispositivi Apple. Ecco perchè qui vi presentiamo una serie di alternative per Windows e Linux ad iTunes!

Per Linux:

  • Rhythombox.
    Niente meno che il player standard usato per Ubuntu, davvero ottimo, ti basta inserire un qualsiasi dispositivo Apple, questo apparirà sul player e trascinando il file usando il player, dalla finestra Musica al dispositivo Apple, verranno automaticamente inserite!
  • GtkPod
  • Miro (valido anche per Windows e MAC)
Per Windows
  • Winamp
  • iTools (valido anche per MAC)

Aggiornamento Galaxy Nexus alla versione 4.0.4

Ormai è gia un po di tempo che Google ha rilasciato la versione 4.0.4 per i dispositivi Galaxy Nexus. Purtroppo Samsung ed i gestori telefonici hanno rallentato il rilascio, creando caos fra gli utenti Android. Il Samsung GN Verizon ha ottenuto quest'aggiornamento già da tempo, inoltre si sente già parlare di un Update 4.0.5. Comunque tornando a noi, esistono diversi modi per effettuare l'update. Farlo manualmente, questa operazione comporta almeno un minimo di esperienza nel campo, altrimenti è meglio evitare ed attendere, oppure farlo attendendo l'Update automatico. Ora non tutti i dispositivi hanno ottenuto via OTA quest'aggiornamento e stanno ancora attendendo!
In quest'articolo vi spiegheremo come forzare l'aggiornamento!
  1. Andare su Impostazioni > Applicazioni > Tutte
  2. Cercare il processo di nome "Google Service Framework" e premere su "Cancella i Dati". Effettuando quest'operazione potrebbe uscirvi qualche errore, ma è tutto normale. 
  3. Andare su Google Maps per verificare, se vi esce l'errore vuol dire che l'operazione è andata a buon fine.
  4. Andare di nuovo su Impostazioni e tentare l'aggiornamento Manuale, noterete che la data dell'ultimo tentativo risulterà al 01/01/1970. Premere su "Verifica Ora" ed attendere. 
  5. Se l'operazione non da risultati ritentare da capo, anche numerose volte. 

Benefici dell'aggiornamento, oltre ad essere una maggiore reattività e stabilità del dispositivo, troviamo anche:
- correzione di alcuni bug
- allungata durata della batteria
- migliorato il riconoscimento dei numeri telefonici
- aumentata la velocità di rotazione